fbpx

Brasile

BRASILE

Il Brasile è il paese dei record. Per estensione e popolazione è il paese più importante dell'America Latina con più di 200 milioni di abitanti e un territorio grande come l'Europa. Il paese è famoso principalmente per le sue spiagge, ma data la vastità del territorio offre tante alternative. Nel nord c'è la grande foresta amazzonica, il polmone verde del mondo. Il nord-est è la vera mecca turistica brasiliana per il mare e la cultura meticcia che intrattiene i turisti a tavola e con il suo folklore locale. La regione centrale è un po' meno interessante, qui si trova la capitale Brasilia ma non molto di più. Il sud, invece, è il cuore economico del paese e ci sono le più importanti città, San Paolo e Rio de Janeiro.

Clima

Il Brasile è un paese enorme con tre principali tipi di clima. Il nord è equatoriale, con piogge costanti, il centro e nord-est sono zone tropicali con una stagione secca mentre il sud è mite con inverni temperati e estati calde.

Documenti d'ingresso

Per entrare in Brasile serve un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dall’ingresso nel paese. Il visto non è necessario per un viaggio di meno di 3 mesi.

Sicurezza

In Brasile occorre mantenere in tutto il territorio elevata vigilanza e prudenza a causa dell’alto tasso di criminalità. Anche nei quartieri di classe media e medio-alta, si verificano con frequenza rapine a mano armata, sequestri-lampo (con richiesta di ritirare denaro al bancomat) e scippi, anche a danno di turisti stranieri.

Pianifichi un viaggio in Brasile? Ecco quale è il tipo di turismo che ti aspetta.

Il paese in un grafico

ARTE E CULTURA 30%
NATURA 100%
ENOGASTRONOMIA 50%
MARE 100%
TOP 10

Una lista di dieci buone ragioni per visitare il Brasile

  • Per ballare la Samba

La Samba è la danza tipica di Rio de Jaineiro. Durante il carnevale le scuole di samba si sfidano a colpi di tamburi nelle strade dalla mitica città brasiliana. Potete visitare le scuole durante questo periodo, gli allenamenti sono dei veri e propri spettacoli a cui si può assistere e anche partecipare, basta non pestare i piedi a nessuno!

  • Per prendere il treno. Capolinea? Il Cristo Redentore!

Il simbolo del Brasile è una statua art decò a cui si arriva con un treno dalla città di Rio de Janeiro. Arrivati ai piedi della collina potete scegliere se farvi 222 scalini o prendere uno degli ascensori panoramici. Se lo volete vedere da lontano, potete prendere la funicolare che vi porta nel Pão de Açúcar.

  • Per fare un giro in barca in un fiume bicolore

Nella mezzo della Foresta Amazzonica ci sono due fiumi che si incontrano ma non si mescolano. Questi sono il Rio Negro e il Solimões, due fiumi di temperature e densità diverse che arrivati alla convergenza continuano a scorrere separati per sei km. Uno spettacolo unico: lo stesso fiume da una parte è tutto nero e dall’altra marrone!

  • Per il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses

Nella parte nord-est del Brasile succede un rarissimo fenomeno geologico: dune di sabbia bianchissima si succedono a lagune e fiumi che cambiano disposizione a seconda della combinazione dei venti. Qui si possono praticare tanti tipi di sport o semplicemente farsi un bagno nelle acque cristalline.

  • Per conoscere il folklore locale

Nel periodo di giugno nel nord-est del paese iniziano le feste folkloriche dedicate ai santi. Si chiamano Festas Juninas, si balla il Forrò, una danza di coppia, si mangiano cibi tipici a base di mais e cocco e ci si veste con costumi tipici per il periodo. Immancabilmente le varie scuole di ballo gareggiano, volteggiando con gonnelloni variopinti.

  • Per bersi una caipirinha sulla spiaggia

Lontano dallo stress cittadino, il Brasile, soprattutto nella zona costiera nord è piena di spiagge paradisiache dove rilassarsi, andare a ballare e bersi l’iconico drink brasiliano, la caipirinha, una bevanda a base di lime e cachaça, un distillato che qui da noi è praticamente introvabile.

  • Per apprezzare la cultura afro-brasiliana

Il Brasile è stata terra di immigrazione e di deportazioni forzate. L’oscuro passato schiavista ha però lasciato la regione di Bahia ricca di curiose diversità che si riscontrano nel cibo (da provare l’Acarajé con i gamberetti), nelle danze, come ad esempio la famosa capoeira, e nei rituali religiosi.

  • Per andare a mangiare nella regione di Pará

Nel mercato Ver o Peso, il mercato della frutta e della verdura di Belem, la capitale della regione di Pará, si vende una bacca proveniente dalla foresta amazzonica, molto simile al mirtillo: l’açaí. Da questo frutto si ricava una sorta di gelato delizioso, assolutamente da provare.

  • Per andare a vedere la nazionale brasiliana

Il calcio in Brasile è, come da noi, una vera religione nazionale. Lo stadio di Maracanã, a Rio de Janeiro, è il più grande ed importante stadio del paese ed è aperto a visitatori e curiosi tutti i giorni dalle nove alle cinque.

  • Per partecipare al Carnevale

Nel periodo di febbraio/marzo si svolge in Brasile il famoso carnevale. I più importanti carnevali sono a Rio, San Paolo e Recife. A Recife, al contrario degli altri due, i ballerini ballano una musica locale, il frevo, anziché la più conosciuta samba.

null
Viaggia in Brasile
Scopri i nostri tour

Leggi ancora qualcosa sul Brasile

Gli imperdibili

Foresta Amazzonica

Foresta Amazzonica

La foresta pluviale dell’Amazzonia è casa della più grande biodiversità del mondo e di alcune delle ultime tribù sconosciute.

Bahia

Bahia

Bahia è un paradiso in terra con chilometri di spiaggia, ottimo cibo, musica e balli in tutti gli angoli e un incredibile clima tropicale.

Rio de Janeiro

Rio de Janeiro

Rio è famosa grazie al suo carnevale, a Copacabana e alla samba ed è entrata nell’immaginario di ogni turista come icona del Brasile.

Cascate di Iguaçu

Cascate di Iguaçu

Una delle sette meraviglie del mondo, le cascate di Iguazù si dividono tra Argentina e Brasile. Per vederle da vicino si possono fare minicrociere.